Tomoko NAGAO

Nasce nel 1976 in Giappone. Si diploma presso il Saga Art College e poi prosegue a Londra nel prestigioso Chelsea College of Art and Design. Viene molto influenzata dal Super Flat di Murakami Takahashi e dalle figure stilizzate di Nara Yoshimoto. Tomoko reinterpreta il super-flat attraverso i classici dell’arte: famosi i suoi “Caravaggio” o “Botticelli”. Il confine tra arte classica e la cultura pop contemporanea è talmente sottile da contaminarsi. Il suo linguaggio è molto grafico attraverso l’uso di spray e stencil su tela; la sua filosofia è la critica al consumismo di massa e ai disastri ambientali. Nelle sue opere sono presenti molto spesso i marchi di multinazionali, associati a fenomeni della società e di costume, richiamando anche la pittura tradizionale giapponese, come Hokusai.

Le sue opere sono dunque un’allegoria della nostra epoca globalizzata e rendono tutto KAWAII, ovvero “amorevole” e “carino”. Ama lasciarsi influenzare soprattutto da Caravaggio rivedendolo in chiave ironica-pop. La tragicità della morte caravaggesca viene ribaltata inserendo la bambolina Hello Ketty.

Attualmente vive e opera a Milano, restando la maggior esponente dell’arte MicroPop e SuperFlat in Italia.

ALCUNE OPERE IN VENDITA DA LEGART:

The greath wave of Kanagawa

The greath wave of Kanagawa

Vectorial art disponibile in 70×50 o 100×70. L’artista si è ispirata all’opera storica di Hokusai conosciuta come “La grande onda presso la costa di Kanagawa” del 1830-32. L’opera è riletta in chiave ironica-pop.

The last supper

The last supper

Vectorial art disponibile in 70×50 o 100×70. L’artista si è ispirata all’opera storica di Leonardo conosciuta come “L’ultima cena” del 1485-1489. L’opera è riletta in chiave ironica-pop.

Super Armani Mickey

Super Armani Mickey

Olio su tela che rappresenta Mickey Mouse, celebre personaggio dei cartoni animati Disney, nonché la più famosa azienda mediatica di cartoni/film del mondo dal 1928. L’artista vi associa il marchio della multinazionale Armani. (Cm 110×90).

Salomé

Salomé

L’opera riprende l’iconografia di Caravaggio, in particolare la Salomè con la testa del Battista. La sua opera realizzata con spray e stencil si scontra con la classicità di un’iconografia consolidata. (Cm 140×130).