Miriam PACE

Nasce a Catania nel 1981. Laureata in Design presso il Politecnico di Milano
prosegue poi, frequentando l’Istituto Europeo di Design e l’Accademia di Brera. Ha
un master in Design for Plastic. Nel 2003 a Milano inaugura il suo Atelier di pittura.
Nel 2005 si sposta in Cina, per lavorare come ricercatrice per il Politecnico e a
Casablanca dove inizia la carriera di stilista. Nel 2010 è ad Abu Dhabi dove si
inserisce a un Tender Governativo sul design sostenibile. Nel 2011 vince il
concorso della Scuola Medio-Superiore Alessio Narbone per svolgere i laboratori
d’arte per studenti e genitori e ha la sua prima mostra personale curata da Achille
Bonito Oliva.
Attualmente vive in Sicilia dove continua la sua ricerca artistica e pittorica nel suo
studio di Caltagirone; a questa attività si affianca la sua collaborazione con
l’azienda Plastica Alfa, occupandosi di grafica e comunicazione.

ALCUNE OPERE IN VENDITA DA LEGART:

Boggart e Brownie

L’artista prende ispirazione da leggende celtiche, dal folklore scozzese. I Brownie, ben disposti verso la specie umana, sono delle creature fantastiche. Solitamente abitano in distillerie o granai di contadini della Scozia e li aiutano nei lavori. Nel caso però, si recasse offesa a un Brownie si trasformerebbe in Boggart, una sorta di sdoppiamento di personalità. Le vittime vengono inseguite con scherzi malefici dai loro Boggart. (Cm 70×100).

Prove di ballo

Ogni figura che emerge dalle tele dell’artista racconta una sua storia. Il titolo resta una sorta di percorso per poter decifrare l’opera, lasciando un’interazione con lo spettatore. In questa opera unica sembra esserci un racconto classico, una fanciulla che immersa nella natura danza solitaria. (Cm 120×80).